La Corte Suprema indiana ha annullato la sentenza di un tribunale di New Delhi che, nel 2009, aveva legalizzato l’omosessualità. La legge prevedeva l’ergastolo come massima punizione.

La decisione è giunta in seguito a diverse petizioni di associazioni religiose contrarie alla depenalizzazione del reato previsto dal Codice penale del paese che vieta le relazioni tra adulti dello stesso sesso in quanto “contro natura”.

Un gruppo di attivisti è sceso in strada mercoledì a Mumbai, con cartelloni che chiedevano di “non tornare indietro”.

ATS/SM

da RSI.ch

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.