«Tutti i miei amici lo sanno, e anche la mia famiglia. Questo non pone assolutamente nessun problema, anche se credo che sia una cosa che intrighi, che susciti continuamente domande, sulle relazioni, sull’aids. Inoltre è un continuo lavoro su di sé per sentirsi bene nella propria pelle. Io non mi metto troppo in piazza, perché sono un po’ contro alla frangia militante, ma ho fatto il punto sulla mia vita. Quindi non credo che ci sia provocazione. Per questo va abbastanza bene.»
Enzo, 21 anni

Come si batte L’omofobia?

L’unica arma per combattere l’omofobia é la conoscenza, ma se molti gay se ne fregano e non combattono, quelli che rimangono – che solitamente sono pochi – devono combattere le battaglie di tutti. Ma allora perché noi tutti non possiamo fare qualche piccolo gesto. Perché tante piccole azioni sono più efficaci di poche e forti. […]

Continua a leggere